Oggi abbiamo il piacere di presentarvi uno dei più caratteristici ristoranti del lago Maggiore: il Ristorante Verbano dell’Isola dei Pescatori. matrimonio Hotel Ristorante Verbano Lago Maggiore matrimonio Isola dei Pescatori Lago Maggiore Affacciato sul lago, nel cuore del Golfo Borromeo e a pochi minuti di battello da Stresa, l’Hotel Ristorante Verbano ha affascinato per decenni artisti e scrittori che in questo luogo speciale trovavano ispirazione e tranquillità. Oggi, grazie al suo fascino unico e all’eccezionale posizione in riva al lago, questo piccolo e romantico hotel è diventato una delle più suggestive location per matrimoni del Lago Maggiore. ristorante matrimonio con terrazzo sul lago Maggiore ricevimento matrimonio Hotel ristorante Verbano Isola Pescatori Se desiderate un ricevimento all’aperto, il Ristorante Verbano offre una splendida terrazza affacciata direttamente sull’isola Bella e sul magnifico palazzo Borromeo. I vostri ospiti rimarranno incantati dal fascino di un luogo tanto romantico quanto spettacolare! ristorante matrimonio Isola dei Pescatori Lago Maggiore Al suo interno l’Hotel Ristorante Verbano offre due ampie sale adibite ai ricevimenti di matrimonio, entrambe affacciate sul Lago Maggiore e capaci di ospitare fino a 190 ospiti.

Anche quest’anno il ROSSO si sta rivelando come uno dei colori preferiti dalle nostre spose: proprio l’altro giorno vi abbiamo parlato del matrimonio di Cinzia e Christian sul Lago d’Orta, in cui molti dettagli erano orientati verso il tema del rosso. Oggi vi parliamo di Melissa e Cameron, una coppia americana che invece ha scelto il Lago Maggiore e il Grand Hotel des Iles Borromées per il loro matrimonio in Italia. matrimonio-Grand-Hotel-des-Iles-Borromees Cinzia e Christian, Melissa e Cameron: due coppie apparentemente distanti tra loro ma con un unico comune denominatore, la scelta del ROSSO come colore principale del loro matrimonio. matrimonio-tema-rosso Il rosso è il colore dell’amore, un colore caldo, forte e passionale. È un colore che attira l’attenzione, che emotivamente stimola e appassiona. In molte culture il rosso rappresenta la bellezza: le spose indiane, islamiche e cinesi tradizionalmente indossano il rosso, celebrando così l’amore, la passione ed il romanticismo. damigelle-abito-rosso-matrimonio Per il matrimonio di Melissa e Cameron, il rosso è stato inserito ovunque: dall’abito delle damigelle a quello delle flower girls, fino alla cravatta dello sposo, negli allestimenti dei tavoli e naturalmente nel bouquet da sposa.

In attesa dell’imminente inizio di una nuova stagione di matrimoni sui nostri laghi, vorrei approfittare per proporvi alcuni matrimoni delle scorso anno di cui non vi avevo parlato sinora. Non perché siano stati poco interessanti , anzi tutt’altro, sono stati dei matrimoni assolutamente fantastici e unici! Semplicemente, per una serie di motivi, non ero ancora riuscita a parlarvene finora: ma da oggi prometto che rimedierò a tutto questo! Come Floral Designer il 2008 è stato un anno molto intenso per me, ricco di tante soddisfazioni, ad incominciare dagli addobbi floreali che avevo creato per Janet e Ian nella splendida cornice di Villa d’Este sul lago di Como; poi ricordo con particolare soddisfazione gli addobbi floreali con peonie e limoni a Villa Muggia di Stresa per il matrimonio di Victoria e Danny, ed ancora il tema basato sui colori autunnali che avevo creato per il bouquet e i centrotavola a Palazzo Penotti Ubertini di Orta per il matrimonio di Rossella e Giorgio. matrimonio a Stresa Il matrimonio di Sabrina e Mauro risale allo scorso 21 Settembre, il primo giorno d’Autunno: uno dei motivi per cui a me piace particolarmente questo matrimonio è per l’ottima scelta che hanno fatto gli sposi, cioè quella di aver concentrato ogni cosa a Stresa, con una serie di minimi spostamenti ed un risultato finale davvero eccellente. Ne è splendida testimonianza la galleria fotografica realizzata dal fotografo Alessandro Balossi di Omegna. Matrimonio in chiesa a Stresa Per la cerimonia religiosa Sabrina e Mauro hanno scelto la splendida chiesa in stile gotico di San Carciano, posta su un altura all’entrata nord della città, nei pressi del Lido di Stresa. Il parroco di San Carciano è una persona estremamente cordiale che con piacere ed orgoglio accoglie gli sposi anche se non facenti parte della propria Comunità: per questo motivo nella sua chiesa si celebrano molti matrimoni di coppie provenienti dall’estero, in particolare dalla Gran Bretagna. La chiesa di San Carciano presenta un bel sagrato lastricato in pavé ed abbellito da piante di Buxus formate a palla: essendo sulla collina, dunque in posizione leggermente rialzata, dal sagrato di San Carciano lo sguardo può spaziare su una bella veduta di parte del lago Maggiore e delle Isole Borromee. Dalla facciata in stile gotico si accede all’interno della chiesa: come Floral Designer adoro lavorare in questa chiesa per gli ampi spazi a disposizione nell’area dell’altare (spazi ampi ma non eccessivi, altrimenti avremmo il problema contrario) e soprattutto per la fantastica luminosità di questa chiesa che fa rendere al meglio ogni addobbo floreale. Addobbo floreale in chiesa a Stresa Lo schema di colori scelto da Sabrina e Mauro è stato il giallo e il bianco: in chiesa il bianco è stato rappresentato dai grandi fiori di Lilium Longiflorum e da un massiccio utilizzo di Gypsophila e Greenery. Il giallo invece era rappresentato dalle vistose rose Golden Times, riprese anche nel bouquet della sposa insieme alle Orchidee Dendrobium ed un tocco light green di Alchemilla. Bouquet per sposa a Stresa Uno dei vantaggi di sposarsi nella chiesa di San Carciano è quello di essere al di fuori dal grande traffico turistico del centro di Stresa e soprattutto di essere a pochi passi da Villa Muggia, una delle più rinomate venue del lago Maggiore, che i miei sposi Sabrina e Mauro hanno scelto per la cena di matrimonio. Centrotavola a Villa Muggia del fiorista La Piccola Selva Riguardo alle decorazioni floreali. anche per i centrotavola a Villa Muggia ho ripreso il tema di colori scelto dagli sposi, però cambiando totalmente il tipo di fiori: questa volta ho optato per l’Anthurium bianco insieme a grandi tralci di uva gialla, per ricordare il primo giorno d’autunno, tutt’intorno ad una candela centrale con avvinghiata una romantica edera. Un centrotavola molto stilizzato che ben si adattava all’eleganza delle sale di Villa Muggia.
ut massa mi, venenatis tempus dolor. in